Risultati Gennaio – Febbraio 2024

Eccoci arrivati ad un nuovo aggiornamento dei miei risultati negli investimenti in P2P lending. Siamo arrivati a febbraio 2024.

Come avrete notato ho saltato un mese, infatti ho pensato, con l’inizio del 2024, di concentrare il mio report risultati su due mesi, anzichè uno solo, e cominciare quindi a pubblicarlo bimestralmente. Il motivo di ciò è l’attuale relativa stabilità del mercato e la voglia di dare spazio anche alla sezione di Equity Crowdfunding, gestita da Furio, senza appesantire troppo il blog e senza rinunciare a pubblicare aggiornamenti specifici sulle piattaforme.

Per quanto riguarda gli investimenti, il periodo che stiamo attraversando è caratterizzato da due fattori non propriamente positivi: i tassi di interesse che dallo scorso autunno si stanno abbassando in alcune piattaforme (Mintos si aggiunge ora a questa lista) ed un periodo particolarmente intenso di ritardi nel settore del lending immobiliare. Questo ha fatto sì che anche i miei profitti mensili abbiano avuto una flessione rispetto alla costante crescita periodica nel corso del 2023. Ho, inoltre, effettuato dei prelievi diminuendo un po’ la quota del mio capitale investita oggi nel p2p lending, in attesa di un cambio di tendenza.

Non diminuirò molto di più la quota, anzi, sto già valutando di far girare già qualcosa in più su alcune piattaforme di p2p al consumo dove i tassi sono rimasti buoni (Twino e Viainvest). Però la mia azione nelle primissime settimane dell’anno è stata questa.

Contando quindi il “salto”, sono arrivato al 61^ mese di investimenti, da quando ho aperto il blog. Vi siete persi il fatto che P2P Italia ha compiuto 5 anni? Ne ho parlato qui. Gli interessi complessivi questo mese sono stati di 567€ a gennaio e di 447€ a febbraio. Di seguito la solita tabella di dettaglio con tutte le piattaforme:

..

Qui di seguito il riassunto dei principali avvenimenti nelle singole piattaforme.

Come sempre, ricordo che se vi interessa iscrivervi in qualcuna di queste, potete approfittare dei bonus dedicati nella sezione Bonus per investitori!

.

MINTOS

Periodo un po’ fermo nelle proposte di Mintos, dove vari loan originator hanno diminuito le loro offerte.

Nel momento in cui scrivo, per investire a breve (<12 mesi) in una buona finanziaria occorre accontentarsi a non avere oltre il 10% di interesse. Mentre, andando a cercare notes a più lungo termine (ricordando che sono sempre rivendibili nel mercato secondario), oggi solo Eleving Group, Iute credit, Sun Finance e ID Finance stanno proponendo investimenti interessanti (ma che difficilmente raggiungono il 12%).

Per chi mi segue da molto tempo, sa già che gli interessi nelle offerte in Mintos vanno “a periodi”: in alcuni periodi c’è abbondanza, in altri molta carenza. In questo momento siamo nella seconda fase. Già l’estate scorsa l’offerta era nettamente superiore e con rendimenti più alti anche di 4 punti percentuale.

Ho prelevato una parte minore del mio capitale proprio a causa della difficoltà di trovare opportunità in questo periodo. Comunque ora il mio portafoglio resta all’80% investito, ma perchè appunto durante l’estate scorsa avevo preso delle notes a medio termine ad alto interesse, che mi stanno coprendo questo periodo di mancanza di offerta. In questa ottica, investire una quota sostanziale a medio termine quando gli interessi torneranno alti, sempre sapendo che sono rivendibili, credo possa essere una buona scelta per quanto mi riguarda.

.

ROBOCASH

Continua la diminuzione dell’offerta in Robocash: a Gennaio hanno inviato la comunicazione che un loro loan originator (quello delle Filippine) ha terminato di listare prestiti in piattaforma e andrà pian piano a rimborsare anticipatamente quelli già sottoscritti dagli investitori.

Insomma, ancora una notizia negativa per gli investitori. Robocash, nonostante la sua solidità e gli zero problemi per quanto riguarda i ritardi, anche ipotetici, diventa sempre più una piattaforma a basso rendimento. Sta un po’ prendendo la strada di ad esempio Moncera, ottime finanziarie ma che offrono interessi non competitivi anche solo comparandoli ad altre tipologie di investimento. Da Moncera ero uscito completamente ormai un paio d’anni fa. Vedremo cosa sceglierò di fare con Robocash.

.

TWINO

Direi che al giorno d’oggi Twino sta diventando una delle migliori piattaforme se si cerca una buona combinazione di tasso d’interesse/durata nel p2p lending al consumo. Con il loro loan originator polacco c’è un sacco di disponibilità in prestiti al 12 o 13%, con durata anche a 6 mesi (se non disponibile a 6 mesi, ce ne sono sicuramente liberi a 9 o al massimo 12).

Ho di recente aumentato ancora la mia posizione in questa piattaforma, che sta sostituendo pian piano, nei miei progetti, Robocash.

.

FINTOWN

In Fintown è un periodo dove stanno uscendo diversi prestiti bullet, anche a tassi interessanti, pur con la frequenze bassa tipica di una piattaforma di queste dimensioni.

Io però sto attendendo qualche opportunità con i classici rental (che forniscono interessi mensili, da me assolutamente preferiti). Seguendo il loro canale telegram, dovrebbero arrivare in un paio di mesi, all’apertura agli affitti brevi di un loro edificio residenziale di recente ristrutturazione.

RECROWD

In Recrowd, ho un progetto in ritardo, Via King Bologna. Doveva rimborsare a fine gennaio, ma che dalla documentazione SAL fornita ha ancora parecchi lavori da svolgere e sta andando molto a rilento. Non è il primo caso che sento in questo periodo su Recrowd. Avere un progetto immobiliare, rispetto ad un finanziamento aziendale, fornisce sempre un asset importante come copertura al recupero. Di solito, quando ci sono questi ritardi occorre attendere per il completamento lavori o una vendita che prende più tempo del previsto. Per cui per il momento resto fiducioso.

Devo comunque dire che la qualità dei documenti di aggiornamento di Recrowd (vedete sotto un semplice estratto) hanno pochi eguali in questo mercato, elemento assolutamente positivo della piattaforma.

.

VIAINVEST

Molto stabile la situazione in Viainvest, continuano le disponibilità (molto ampie) di asset backed al 13% a sei mesi e non ho alcun problema ad investire tutto il mio capitale in questa piattaforma.

Ho aumentato ancora qui la mia quota di investimento e facile la aumenterò in futuro. Al pari di Twino, vedo anche Viainvest una buona alternativa per sostituire i capitali che ora ho in Robocash.

.

ESKETIT

Continuano in modo assolutamente regolare i miei investimenti in Esketit. Ogni tanto capita di avere una quota di capitale non investito, ma la situazione è momentanea: prima o poi gli autoinvest riescono a trovare prestiti che rientrano fra i miei filtri impostati.

PREPAY

Prepay ha ottenuto la licenza da Consob per l’abilitazione all’attività Crowdfuding e quindi ha potuto riprendere l’attività che è rimasta sospesa per circa tre mesi. Ancora non hanno rilanciato progetti, ma ce ne sono già in cantiere per marzo.

E’ stato appena messo in live il nuovo sito di Prepay. L’evoluzione rispetto alla vecchia grezza versione è evidente e riguarda soprattutto la dashboard iniziale, con la possibilità di avere subito disponibili i classici totali di investito/giacente e interessi ricevuti, cosa che trovavo la grande mancanza del vecchio.

C’è inoltre un miglioramento a riguardo della chiarezza sui dati relativi ai vari progetti dove si è investito:

Penso ci siano comunque altre aree di miglioramento possibili, ad esempio una maggior chiarezza sui movimenti del conto (oggi è ancora difficile associare ciascun movimento di rimborso al progetto che lo ha generato). Spero il lavoro su questa nuova grafica non sia terminato.

Attenzione che, come in ogni piattaforma regolamentata, ci sarà la necessità, per operare, di compilare un questionario riguardante i propri dati e le informazioni per poter classificare l’investitore. La procedura è un po’ lunga e richiede anche delle informazioni sulla propria parte patrimoniale (che chiaramente non saranno visibili a chi gestisce la piattaforma, ma solo finalizzati al calcolo automatico del rating di rischio dell’investitore). Tale questionario è necessario per le normative a cui Prepay diventa ora soggetta, quindi, appunto, bisognerà svolgerlo per investirci.

INCOME MARKETPLACE

Periodo pesante di cash drag in Income Marketplace, dove solo investimenti a lungo termine di Hoovi (ma al 10%) risultano disponibili. Come detto più volte, ho vari filtri attivi nei miei autoinvest, perchè qui preferisco investire con i piedi di piombo causa la minor qualità delle finanziarie, rispetto ad altre piattaforme. Perciò, può essere non veda se, oltre alle mie selezioni, ci siano altre offerte che vengono regolarmente pescate dagli autoinvest degli investitori.

In ogni caso, per quel che mi riguarda, in queste settimane, quando mi vengono rimborsate le rate, non riesco a reinvestire con adeguata continuità. Ho perciò già prelevato una buona fetta del mio capitale che avevo in piattaforma ad inizio anno e sto ragionando come comportarmi con la restante, attendendo l’evolversi della situazione.

.

STIKCREDIT (ex Afranga)

Come vi avevo detto nell’ultimo report, Afranga ha cambiato il proprio nome in Stikcredit, essendo ora gestita direttamente dalla finanziaria che ne lista i prestiti (prima era una società separata dello stesso gruppo).

Ricordo non cambia assolutamente nulla per gli investimenti effettuati e da effettuarsi nella nuova Stikcredit: tutto il flusso operativo di Afranga è stato traslato nella nuova piattaforma (che anche nell’operatività e nella grafica è esattamente identica alla precedente).

Onestamente, non ho capito se dovremo prima o poi rieffettuare l’identificazione investitori, con la consegna dei classici documenti necessari al monitoraggio situazione e antiriciclaggio. Sembrava di sì, ma per il momento non stanno chiedendo nulla.

.

MACLEAR

Ho avuto modo in questi mesi di valutare qualche progetto su Maclear. Sto personalmente andando molto cauto con questa piattaforma. I rendimenti sono ottimi, si arriva anche al 17%, combinando gli interessi sui prestiti (già molto alti) con i vari bonus di cui vi ho parlato nella mia recensione. Però voglio ripetere che le aziende finanziate sono piccole aziende, quindi ad alto rischio. Non voglio espormi su questa piattaforma se non proprio con un capitale molto marginale, alla ricerca del rendimento aggiuntivo.

Per chi se la fosse persa, potete trovare la recensione di Maclear qui: Recensione Maclear.

.

3 commenti
  1. Gianni
    Gianni dice:

    Ciao, mi è piaciuta la tua recensione di Twino ma, a differenza di Mintos, mi pare che in questo caso non ci sia alcun obbligo di buyback. Questo significa che il rischio di perdere il capitale è più elevato? I
    Grazie

    Rispondi
    • p40l0m4r
      p40l0m4r dice:

      Ciao Gianni,
      in Twino ci sono le asset backed securities, che hanno il buyback compreso già di natura.
      Mentre i rimborsi dei prestiti tradizionali sono legati al rimborso del richiedente finale, per cui c’è bisogno della formula aggiuntiva del buyback per far sì che il loan originator intermediario si obblighi a rimborsare oltre una certa scadenza, nelle asset backed il prestito è direttamente al loan originator finale, che si obbliga direttamente a rimborsarti secondo scadenza (quindi ritardi non ce ne sono, a meno di insolvenze proprie del loan originator, caso molto più grosso e grave, che nei prestiti tradizionali farebbe comunque saltare l’obbligazione al buyback).

      Spero di essere stato chiaro, sono dettagli contrattuali un minimo tecnici,
      Paolo

      Rispondi
      • Gianni
        Gianni dice:

        Chiarissimo, ti ringrazio. Tu quale consigli tra le due soluzioni? E dell’autoinvest cosa dici?
        DI nuovo

        Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *